Porta un Amico in OICE
Sconti a partire dal 20% per associandi
e associati
Comunicati stampa Gli Organi dell'Associazione Come associarsi
Partner tecnici OICE
Video istituzionale OICE Clip OICE

Ultime Notizie

Come costituire una società guida rapida d'orientamento L'OICE e il BIM (Building Information Modelling) Informazioni, eventi e documenti dall'OICE e da altre fonti Smart City: uno strumento per le Comunità Intelligenti Codice dei contratti pubblici e linee guida ANAC 33a rilevazione OICE Rilevazione annuale sul settore delle società italiane di ingegneria - consuntivo 2016, previsioni 2017 Internazionalizzazione OICE Programma settembre 2016-luglio 2017 Osservatorio Oice/Informatel Le gare del mese di ingegneria, architettura e PPP Convenzione OICE-Lloyd’s con AEC per R.C. Professionale Agevolazioni ai Giovani per l’iscrizione all’OICE Recruitment Curriculum di specialisti italiani e stranieri e richieste di società Associate Oice Convegni e seminari OICE
Cerca nel sito

Il ddl concorrenza è legge: validi i contratti delle società di ingegneria stipulati con soggetti privati dal 1997

2/8/2017

L'approvazione definitiva al Senato (con 146 voti favorevoli e 113 contrari) del ddl concorrenza, che adesso è legge, chiude per sempre ogni querelle sulla legittimità dei contratti stipulati dalle società di ingegneria con i committenti privati a partire dal 1997, anno di approvazione della Legge Bersani 266/97 che abrogò il divieto fascista di svolgimento in forma societaria delle attività professionali (art. 2 legge 1815/39), già derogato dalla Legge Merloni del 1994.

Le due norme approvate oggi dal Senato, e per le quali l'OICE si è fortemente impegnata e battuta in Parlamento (vedi news del 23/06/2015 e news del 19/11/2015) e in sede governativa difendendo la validità dei contratti sottoscritti dai propri associati e non associati, innanzitutto fanno salvi gli effetti dei contratti stipulati dopo il 1997 dalle società di ingegneria costituite ai sensi dell'allora vigente Legge Merloni (oggi decreto 50/2016, art. 46) e aventi ad oggetto esclusivamente attività professionali, fornendo quindi una interpretazione autentica degli effetti della legge del '97.

Ciò consente di superare quanto affermato da una minoritaria giurisprudenza che aveva sostenuto negli ultimi anni , per contratti di ingegneria pura stipulati negli anni '90 e fino al 2010, che la mancata approvazione delle norme attuative della Legge Bersani avrebbe reso inefficace l'abrogazione dell'art. 2 della legge 1815/39.

Tutto ciò - occorre precisare - per i contratti stipulati dalle società di ingegneria con soggetti privati fino al 2011 perché dal 2011 (legge 183/2011) ad oggi, sempre con riferimento ai contratti di pura progettazione, la Cassazione, sezione II, con sentenza n. 7310 del 22 marzo 2017, ha già affermato che "il legislatore del 2011 ha dunque riconosciuto la validità del modello previsto sin dal 1994 per le società di ingegneria nel settore pubblico, e da questo momento le società costituite ai sensi dell'art. 17 della legge n. 109 del 1994 sono abilitate a svolgere attività di progettazione anche nel mercato privato, tendenzialmente mantenendo lo statuto vigente".

La disposizione del disegno di legge concorrenza prevede inoltre che a fare data dall'entrata in vigore della legge annuale sulla concorrenza (che a breve dovrà essere pubblicata in gazzetta ufficiale) le società di ingegneria dovranno essere iscritte presso il casellario ANAC (il c.d. "elenco" citato nella norma approvata oggi) , stipulare una polizza r.c. professionale e indicare nominativamente nel contratto il professionista iscritto all'albo che svolgerà la prestazione.


Pertanto le società di ingegneria, dall'entrata in vigore della legge annuale sulla concorrenza, per stipulare con i privati contratti aventi ad oggetto attività professionali dovranno essere iscritte al Casellario ANAC già operativo dal 2000 per i rapporti pubblici e al quale occorre fare riferimento in base al recente decreto del Min. Inf. n. 263/2016.

Il testo dei due commi di interesse per i contratti privati delle società di ingegneria è il seguente:

"149. In applicazione dell'articolo 24, comma 1, della legge 7 agosto 1997, n. 266, sono validi a ogni effetto i rapporti contrattuali intercorsi, dalla data di entrata in vigore della medesima legge, tra soggetti privati e società di ingegneria, costituite in forma di società di capitali di cui ai capi V, VI e VII del titolo V del libro quinto del codice civile, ovvero in forma di società cooperative di cui al capo I del titolo VI del medesimo libro quinto del codice civile. Con riferimento ai contratti stipulati a decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge, le società di cui al presente comma sono tenute a stipulare una polizza di assicurazione per la copertura dei rischi derivanti dalla responsabilità civile conseguente allo svolgimento delle attività professionali dedotte in contratto e a garantire che tali attività siano svolte da professionisti, nominativamente indicati, iscritti negli appositi albi previsti dai vigenti ordinamenti professionali. L'Autorità nazionale anticorruzione provvede, con le risorse umane, finanziarie e strumentali disponibili a legislazione vigente, alla pubblicazione dell'elenco delle società di cui al presente comma nel proprio sito internet.

150. Il comma 2 dell'articolo 24 della legge 7 agosto 1997, n. 266, è abrogato. ".

Per il Ministro dello sviluppo economico, Carlo Calenda, "L'approvazione per la prima volta della legge annuale sulla concorrenza dopo un iter travagliato di quasi 3 anni è un importante segnale di serietà per il Paese". (A.M.)

Comunicato stampa OICE con dichiarazioni del Presidente Scicolone

 

Credits callipigia